Sezione Micologica

Segreteria Scientifica email: info@gruppomicologicocecinese.it

Armillaria mellea  (Vahl) P. Kumm.  1871
Imenoforo a lamelle (esemplari maturi)
Cappelli giovani esemplari
Gambo a maturità
Cappello/Carpoforo: Diametro fino a 15 cm, da convesso ed umbonato a piano con margine liscio ondulato invecchiando; cuticola viscida con umidità di colore miele o cannella ma anchebruno rossastro o olivastro a seconda delle piante che parassitano. Più scuro e con sottili squame irte che si diradano con l'invecchiamento in corrispondenza dell'umbone centrale.
Imenoforo: Lamelle rade, basse, decorrenti sul gambo; bianche negli esemplari giovani poi con tonalità radiali gialle o rosee a maturità.
Stipite: Alto fino a 15 cm dal tronco legnoso, slanciato, fibroso, elastico, midolloso, cespitoso ed assottigliato oppure allargato e bulboso alla base se solitario; roseo e striato in alto, brunastro e più scuro sotto l'anello.
Carne: Soda quella del cappello, fibrosa e coriacea quella del gambo. Odore tenue, fungino talora non molto gradevole. Sapore acidulo, dolciastro.
Ambiente: Cresce in autunno a cespi sia su alberi vivi che ceppaie o alberi morti, ma anche su radici interrate o nascoste tra i prati; A volte nasce solitario assumendo maggiori dimensioni.Fungo con varietà di toni di colore a seconda del ceppo ospite: di colore giallo miele se nasce su gelso, bruno o bruno-rossastro se nasce su querce e perfino candido se nato su acacia.
Microscopia: Spore 7-9.5 × 5-7 µm, bianche, lisce, ellittiche.
Commestibilità: Commestibile da cotto
Note: Commestibile se ben cotto, escludendo l’acqua di precottura ed il gambo coriaceo. Non conumare mai dopo gelate e/o congelata cruda, in questi casi risulta tossica per una tossina termostabile che contiene. Può essere confuso con la commestibileKuehneromyces mutabilis (Schaeff. : Fr.) Singer & A.H. Sm. o con il tossico Hipholoma fasciculare (Huds. : Fr.) P. Kumm., che ha lamelle giallo verdastre poi nere amaturità e carne amara, cappello liscio ed anello effimero. Armillaria gallica Marx. & Romagn =Armillariella bulbosa (Barla) Romagn. non ha decorazioni brune sul gambo, ha un caratteristico anello fioccoso bianco o giallino ed un bulbo basale. Armillaria ostoyae cresce su conifera (abete rosso). Armillaria cepistipes (Vel.) e’ più gracile ed igrofana ed ha un anello molto meno persistente, è anche lei bulbosa alla base, ma con crescita cespitosa meno copiosa delle altre specie di Armillaria.
Indagini Molecolari: Non effettuate
Esemplari maturi
Reazioni Macrochimiche: Non effettuate
News:
Autore Scheda: Andrea Cristiano   Autore Foto: Andrea Cristiano

Nota bene e raccomandazioni
I DATI RIPORTATI NELLA PRESENTE SCHEDA DERIVANO DALLO STUDIO MACROSCOPICO E MICROSCOPICO DEL FUNGO RACCOLTO DALL’AUTORE CONSULTANDO LA LETTERATURA DI SETTORE DISPONIBILE.GLI STESSI DATI VENGONO PUBBLICATI AI FINI DIVULGATIVI ED IN PARTICOLARE PER LA COMMESTIBILITA’ CHE, RICORDIAMO, PUO’ ESSERE DICHIARATA SOLO DALL’ISPETTORATO MICOLOGICO DELLA ASL O DA MICOLOGI ISCRITTI ALL’ALBO NAZIONALE, IL GRUPPO MICOLOGICO CECINESE E GLI AUTORI DELLE MEDESIME SCHEDE DECLINANO OGNI RESPONSABILITA’ DERIVANTE DA UN INAPPROPRIATO COMPORTAMENTO DI TERZI IN MERITO AL CONSUMO DEI FUNGHI.

Contatti :
- Presidente: Valter Bianchi tel. 339 5275225 - Segreterio: Franco Mazzoni tel. 340 7385468 - Tesoriere: Stefania Conforti tel: 338 2277252
- Gruppo Scientifico: Carlo Giglio tel. 333 4606149
E-mail : info@gruppomicologicocecinese.it - gruppomicologicocecinese@virgilio.it
G.M.C. - Gruppo Micologico Cecinese - *Copyright © 2019 :. .: - Tutti i diritti riservati - Informativa Privacy Policy